Infrastrutture digitali e diritti di accesso

Da FrontiereDigitali.

il Diritto Digitale per antonomasia:
il diritto all'accesso alla rete, il diritto all'accesso alle tecnologie, il diritto d'accesso all'informazione e alla comunicazione.

In questo tavolo si potrebbe parlare soprattutto di:

Potrebbe essere questo il tavolo dove si parla di Palladium e Trusted Computing

Penso si potrebbe parlare anche di accesso ai dati cartografici e in generale ai dati raccolti dalle Amministrazioni. Che a mio avviso dovrebbero offrirli a basso costo e su formati astandard.

Domain Name System (Dns)

Il DNS (Domain Name System) è quel sistema che viene interrogato tutte le volte che un utente fa richiesta di una pagina web, e si occupa di tradurre gli indirizzi web leggibili dall’essere umano (ad esempio http://www.wikipedia.org) in indirizzi IP (Internet Protocol) leggibili ed interpretabili dalle macchine. Ad esempio: quando un utente chiede di visitare la Wikipedia, invia prima una richiesta al DNS per chiedere l’indirizzo IP che corrisponde a « http://www.wikipedia.org », poi utilizza l’IP che ha ottenuto come risposta dal DNS per contattare effettivamente il sito. Il tuo fornitore di accesso Internet (Tiscali, Alice, Libero…) ti fornisce di base il suo DNS per effettuare queste operazioni ma, in alcuni casi, può sfruttare i suoi server DNS per mostrarti pubblicità od altri contenuti di sua scelta, soprattutto nel caso in cui un utente inserisca un indirizzo Internet sbagliato. Per evitare di essere soggiogato alle volontà del tuo fornitore d’accesso, c’è OpenDNS.

OpenDNS è un DNS gratuito ed utilizzabile senza registrazione, da sostituire a quello che ti viene dato di default dal tuo fornitore d’accesso. Fornisce alcune funzionalità avanzate (sempre gratuite) opzionali, quali la protezione anti phishing che ti avverte quando stai per visitare un sito fraudolento, e la correzione automatica degli errori di digitazione degli indirizzi web.

Una caratteristica aggiuntiva, e per niente indesiderata, di OpenDNS è la velocità. Rispetto al DNS di Tiscali la differenza c’è e si nota. Non so come si comporti rispetto ad altri fornitori di accesso, ma con Tiscali il miglioramento è apprezzabile.

Fonte: Poluzzi Nicola, Sfuggire alle pagine di errore di Tiscali con OpenDNS, Poluz live?, 14 Settembre 2006. Licenza: CC Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.0 Italia

Reti Wifi condivise

News

  • WiFi sotto lo scacco di un brevetto, Punto Informatico, 22 novembre 2006. L’industria di WiFi appare minacciata da un brevetto, posseduto da un’organizzazione governativa australiana, che proprio negli scorsi giorni ha trionfato in tribunale. Ora dovra' pero' affrontare i big del settore.
  • Anonymizer all'assalto della censura pechinese, Punto Informatico, 5 aprile 2006. Il celebre servizio per l'accesso anonimo lancia un sistemino dedicato agli utenti cinesi, chiamato Xifuchun. Permetterà di scavalcare i firewall governativi di Pechino.
  • Si fa allarmismo sul Trusted Computing?, Punto Informatico, 4 aprile 2006. Un lettore, laureando in Ingegneria Informatica, sostiene che non tutto il male viene per nuocere e che bisogna avere fiducia negli ingegneri. Segue il commento di Alessandro Bottoni.
  • 1984.org risponde sul'Trusted computing, Punto Informatico, 5 aprile 2006. Il gruppo che spinge per una maggiore informazione su rischi e finalità della rivoluzione voluta dai grandi dell'informatica ribatte alla lettera pubblicata ieri su Punto Informatico.
  • Il WiFi di San Francisco é Google, Punto informatico, 10 aprile 2006. L'amministrazione della città californiana sceglie Google ed EarthLink per un ambizioso progetto: connettività WiFi gratuita per tutti i cittadini. Qualcuno parla di iniziativa preoccupante per la privacy.