Hardware

Da FrontiereDigitali.

Pc con Linux o senza sistemi operativi proprietari

  • Ergo Computer, un rivenditore, da cui è possibile acquistare pc desktop e portatili, esenti da licenza Windows.
  • LinuxSi, un sito che ha lo scopo di listare i rivenditori dove acquistare pc senza Windows.
  • Istruzioni per il rimborso di Windows sul sito di Paolo Attivissimo.
  • LugRoma: donazioni hardware, uno spazio wiki finalizzato ad accogliere donazioni di hardware di cui i generosi vogliono disfarsi senza necessariamente distruggerli. Chi fosse interessato a un articolo deve solo passare a ritirarlo.
  • Liberalizzazione nel campo del Software per Personal Computer, un sito nato per dare voce a una iniziativa, lanciata da Renzo Davoli, per la liberalizzazione del software preinstallato sui pc. Si tratta di una proposta di liberalizzazione rivolta al Ministro dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani, e ai suoi collaboratori. Il pacchetto Bersani ha lanciato l'idea per cui un cittadino può - dopo aver raccolto firme con una petizione - rivolgersi al governo per far sì che siano riconosciuti dei diritti ai consumatori, a scapito dei diritti dei produttori, e in favore della trasparenza e della concorrenza di mercato. Per sostenere l’iniziativa è stata lanciata anche una petizione. Occorre una legge che contenga le seguenti norme:
    • Nella vendita di personal computer il prezzo dell'hardware deve essere riportato con voce distinta rispetto al prezzo della licenza d'uso del software eventualmente in dotazione.
    • È consentito all'utente di rinunciare all'acquisto della licenza per il software e pagare solamente il prezzo dell'hardware.
    • Il prezzo indicato per la licenza d'uso del software deve essere realistico.

Untrusted: la pagella dei produttori di hardware

Utilizzate questa sezione per segnalare le azioni a favore o contro il trusted computing da parte dei produttori di hardware e, in base a questo esprimete in giudizio. Tenetevi rigorosamente all’ordine alfabetico.

Le regole

I voti sono espressi con un punteggio da 1 a 100 (potete modificare la legenda, se lo ritenete opportuno):

  • santo (è fallito a causa di politiche commerciali errate a favore dell’hardware libero)
  • perfettamente sano (70-100 punti)
  • sano (50-70 punti)
  • primi sintomi (50-40 punti)
  • infetto (40-30 punti)
  • malato (30-20 punti)
  • incurabile (20-0 punti)
  • deceduto (è fallito a causa di politiche commerciali errate a favore del trusted computing)

Il punteggio iniziale di ogni produttore è 50 punti.

  • L’affiliazione al Trusted Computing Group è penalizzata a seconda della categoria di appartenenza.

Per verificare se è membro del Trusted Computing Group visitate la pagina dei membri.

  • L’affiliazione alla Free Hardware Foundation è valutata positivamente a seconda della categoria di appartenenza.

Per verificare se il produttore è membro della Free Hardware Foundation visitate l’elenco dei Partner

  • Rifiuto o la rinuncia al trusted computing: +5 punti.
  • Rifiuto o la rinuncia ai digital restriction management (drm): +5 punti.
  • Possibilità di ordinare il pc senza componenti hardware trusted computing: +2 punti.
  • Possibilità di ordinare il pc senza applicazioni software drm: +2 punti.
  • Possibilità di scegliere le componenti hardware: +1 punto.
  • Possibilità di scegliere le applicazioni software pre-installate: +1 punto.
  • Possibilità di ordinare il pc senza sistema operativo pre-installato: +2 punti.
  • Possibilità di ordinare il pc con una distribuzione di Linux pre-installata: +2 punti.
  • Possibilità di scegliere la distribuzione di Linux pre-installata: +1 punto.

I produttori

Acer

  • Forti resistenze dell’assistenza al rimborso di Windows preinstallato: è praticamente obbligatorio acquistare i notebook con Windows.
  • L’assistenza comunica che la garanzia sull’hardware scade nel momento in cui il computer viene inviato per riparazioni con un sistema operativo differente da quello fornito originariamente.

Apple

Membro del Trusted Computing Group: no
Giudizio generale:

  • Apple elimina il Tpm dai propri pc, Punto Informatico, 3 novembre 2006. La casa della Mela decide di tener fuori dalla porta il componente principale della piattaforma del Trusted Computing dai suoi nuovi Mac. C’è chi spera in una svolta definitiva.

Giudizio parziale:

Dell

Membro del Trusted Computing Group:
Giudizio generale: +52

  • In seguito a 100.000 richieste ricevute in meno di tre settimane, Dell sta seriamente considerando l’ipotesi di offrire SuSe, una distribuzione di Linux, preinstallato sui suoi computer. Il colosso Texano sta attraversando un periodo nero, dal quale ancora non riesce ad uscire e la scelta di considerare l’opzione Linux potrebbe far parte di una strategia per recuperare le posizioni perdute: l'installazione del sistema operativo open source permetterebbe a Dell di abbassare ulteriormente il prezzo dei suoi personal computer.
  • "Per ora - precisano alla Dell - non abbiamo intenzione di immettere un pc precaricato con Linux nel prossimo futuro. Stiamo solo lavorando con la Novell per certificare la compatibilità Linux con i nostri personal computer". Ma, assicurano, "questo è solo il primo passo".
  • Come promesso nei mesi scorsi, Dell ha stretto una partnership con Canonical per preinstallare la sua celebre distribuzione Linux Ubuntu su diversi modelli di PC desktop e notebook Maggiori informazioni.

Giudizio parziale: +2

Hewlett Packard (Hp)

Membro del Trusted Computing Group: si, come promoter
Giudizio generale:

  • HP: con Alice sì, ma senza Tpm, Punto Informatico, 15 novembre 2006. L’azienda precisa che il portatile venduto in bundle con l’offerta adsl di Telecom Italia non dispone di Tpm, cuore dell’architettura di trusted computing. Corretta la pagina di presentazione del laptop sul sito HP.

Giudizio parziale:

  • Linux sui desktop più vicino per Dell e Hp, Punto Informatico, 8 marzo 2007. Oggi nè Dell ne' Hp offrono pc desktop con Linux preinstallato, ma entrambe le aziende stanno considerando questa possibilità con sempre più interesse. Ecco promesse e prospettive.

Giudizio parziale:

Notizie

  • Fsf: l’hardware non abbia padroni, Punto informatico, 5 marzo 2007. Free Software Foundation ha invitato l’industria dell’hardware a collaborare con la comunità del software libero per dare a Linux le stesse possibilità e gli stessi privilegi di cui oggi gode Windows. No a Vista e no al drm, chiede Fsf.
  • BitTorrent Hardware, Punto Informatico. Il client di download condiviso più utilizzato al mondo verrà implementato all’interno di nuovi dispositivi come router, media center e unità dati prodotti da QNAP, Planex e Asus. Il client hardware permetterà di scaricare contenuti da internet senza bisogno di tenere acceso il pc.
  • Google sponsor di LinuxBIOS, Punto Informatico, 20 novembre 2006. Tra i progetti open source che si sono aggiunti all’incubatore di Google c'e' LinuxBIOS, che da anni sta sviluppando un firmware aperto e gratuito da implementare su pc desktop, server e cluster.